Commercial Risk

Report Aon: le aziende sottovalutano e sotto-assicurano gli asset intangibili rispetto a quelli materiali

0

Aon ha pubblicato i risultati dell’edizione 2022 del report “Intangible Assets Financial Statement Impact Comparison“, realizzato in collaborazione con l’istituto di ricerca indipendente Ponemon Institute, rilevando come le imprese continuino a sottovalutare e a sotto-assicurare gli asset intangibili rispetto a quelli materiali.

L’edizione 2022 del report, la quinta dal 2015, ha coinvolto 2.381 intervistati appartenenti a diversi settori e aree geografiche a livello mondiale, per comprendere meglio l’impatto sul bilancio derivante da perdite sui beni materiali rispetto a quelle relative agli asset intangibili.

Compila il form di seguito per scaricare il report in italiano

I principali risultati

Secondo questo studio, dal 2009 il valore di mercato implicito delle attività immateriali delle società S&P 500 è aumentato del 255%, mentre il valore contabile delle attività materiali nello stesso periodo è aumentato solo del 97%, proseguendo il trend individuato dai risultati degli studi precedenti. La maggior parte delle imprese (86%) riconosce la responsabilità informatica e la proprietà intellettuale (IP) tra i primi 10 rischi aziendali.  

Il riconoscimento delle esposizioni al rischio in continua evoluzione non si è però tradotto in un’allocazione proporzionata delle risorse da destinare alla copertura assicurativa. Nonostante il valore relativamente inferiore dei beni materiali, come immobili, impianti e macchinari (PP&E), tali asset hanno una copertura assicurativa pari al 58%, contro solo il 17% per alcuni degli asset intangibili.

Questo differenziale di copertura è sostanziale, in contrasto con la perdita potenziale media di alcune attività immateriali, pari a 1,2 miliardi di dollari rispetto alla perdita potenziale media di 839 milioni di dollari a PP&E. Ad aggravare questa discrepanza è la constatazione che l’interruzione del business, a causa dell’aumento degli attacchi ransomware, ha un impatto maggiore sugli asset informativi pari a $321 milioni, rispetto a quelli materiali (PP&E – property, plant and equipment), pari a $143 milioni.

Conclusione

Una migliore comprensione dell’impatto sul bilancio finanziario delle perdite legate agli asset intangibili aiuterà le organizzazioni in diversi modi: a prendere decisioni migliori, allocare risorse e determinare l’importo ottimale del trasferimento del rischio, comprese le assicurazioni, per contribuire a mitigare l’impatto sul bilancio e aumentare potenzialmente il valore delle attività immateriali sottostanti.

PA next-gen: una nuova impronta per una PA dal grande futuro

Previous article

Q1 Global Market Insights Report

Next article

Comments

Comments are closed.